Rendiconto mensile

Il rendiconto mensile costituisce la prima pagina del bollettino idrologico e fornisce una serie di indicazioni relative allo stato attuale delle risorse idriche disponibili sul territorio e informazioni di tipo meteo-climatologico. Per approfondimenti è possibile scaricare il bollettino idrologico. E' possibile consultare i precedenti bollettini nella sezione archivio

Settembre 2019

Precipitazioni

Con settembre inizia l'autunno meteorologico che si caratterizza per un avvio all'insegna della scarsa precipitazione: il valore cumulato mensile mediato sull'intera regione è pari a 25 mm scarsi, decisamente inferiore alla media storica di confronto. L'analisi a livello locale, condotta considerando le stazioni di Aosta, Rhêmes-Notre-Dame, Gressoney-Saint-Jean e Pontboset, conferma quanto osservato a livello regionale. Si può osservare inoltre come i giorni di pioggia siano risultati nel complesso ben confrontabili con le medie storiche e pertanto come le precipitazioni siano risultate generalmente di intensità contenuta. L'analisi delle precipitazioni da inizio anno evidenzia infine che, seppur generalmente nel capo di normalità della grandezza, il valore cumulato della pioggia risulta decisamente inferiore alla media storica e risulta ormai ben confrontabile al limite inferiore del campo di variabilità normale di precipitazione.


Temperature

L'analisi del gradiente termico, valutato con i dati delle stazioni al suolo e relativo al mese di settembre 2019, evidenzia un andamento delle temperature confrontabile con l'andamento storico dal quale si discosta progressivamente al crescere della quota: a 900 m s.l.m. si stimano temperature più alte di circa 0,6 °C e di circa 1,0 °C a 1800 m s.l.m.

L'analisi del comportamento a livello giornaliero, effettuata sulle stazioni di Saint-Christophe e Issime, evidenzia un mese caratterizzato dall'alternanza di periodi freschi e caldi: tuttavia, mentre i periodi più freschi sono stati caratterizzarti da valori di temperatura comunque generalmente contenuti nel campo di variabilità normale, quelli più caldi sono stati spesso contraddistinti da valori oltre il campo suddetto e, a Saint-Christophe, anche con valori medi superiori ai valori massimi osservati dal 1974.

A livello locale il comportamento osservato a scala regionale viene confermato: a Saint-Christophe e Issime le temperature medie risultano infatti superiori al valore storico di confronto. A Saint-Christophe inoltre si osserva come l'attuale mese risulti essere il 4°settembre più caldo dal 1974 e caratterizzato da un numero di giornate estive (Tmax>25°C) pari al doppio di quanto mediamente osservato in passato.


Deflussi

Le scarse precipitazioni influenzano i deflussi nel reticolo torrentizio e fluviale. L'analisi dei valori di portata presso la stazione di Tavagnasco* permette di osservare come il mese di settembre 2019 si caratterizzi per portate inferiori alla media. Interessante il confronto con il medesimo mese del 2017: caratterizzati da precipitazioni ben confrontabili si nota come i deflussi siano risultati ben più contenuti nel 2017 quando presumibilmente, l'effetto di temperature più basse rispetto all'attuale periodo ha contenuto maggiormente i fenomeni di fusione nivale o ghiacciale.

* stazione afferente alla rete di monitoraggio di Arpa Piemonte.