Rendiconto mensile

Il rendiconto mensile costituisce la prima pagina del bollettino idrologico e fornisce una serie di indicazioni relative allo stato attuale delle risorse idriche disponibili sul territorio e informazioni di tipo meteo-climatologico. Per approfondimenti è possibile scaricare il bollettino idrologico. E' possibile consultare i precedenti bollettini nella sezione archivio.

Potete inoltre scaricare qui un report sull'estate 2022 che sintetizza i dati raccolti e elaborati dal Centro Funzionale.

Gennaio 2024

Precipitazioni

La precipitazione cumulata media sul territorio regionale, nel mese di gennaio 2024, è di 37 mm, valore inferiore alla media del ventennio 2001-2020, pari a circa 48 mm; le precipitazioni sono state più abbondanti nelle zone di confine nord e ovest della regione (160 mm al Gran San Bernardo, 123 a Courmayeur), rispetto alla parte sud est (11 mm a Issime, 12 mm a Champdepraz, 14 mm a Pontboset, 18 mm a Cogne).
L'indice SPI a 12 mesi segnala una condizione di siccità idrologica moderata nella zona B, i cui effetti possono essere osservati sui corsi d'acqua superficiali o a livello delle falde sotterranee.

Temperature

Le temperature del mese di gennaio sono state in valle d'Aosta superiori alla media a tutte le quote: rispetto al ventennio 2001-2020 la temperatura è di circa 2 °C superiore alla media; dove sono disponibili serie di dati più lunghe, e si confrontano le temperature medie con quelle del trentennio 1991-2020, la differenza rispetto alla media è ancora più marcata.
Si sono registrate temperature elevate in particolare nell'ultima parte del mese, quando lo zero termico ha superato i 3000 m s.l.m., fino a raggiungere un massimo di 3800 m s.l.m.. Le temperature massime registrate sono state di 22.6°C e 22.8°C rispettivamente il 24 e 25 gennaio a Saint-Christophe.
Il numero di giornate in cui la temperatura minima è scesa sotto lo zero è stato inferiore alla media del periodo: 20 giornate di gelo a Siant-Christophe, contro una media di 26.

Deflussi

L'analisi dei deflussi eseguita sulle stazioni di rilevamento ambientale sulla Dora Baltea (Nus, Hône, Champdepraz e Tavagnasco*) evidenzia, per il mese di gennaio, portate inferiori alla media delle portate del periodo, ad eccezione della stazione di Tavagnasco. Data l'assenza di piogge rilevanti non si registrano picchi improvvisi e le portate massime mensili risultano ovunque inferiori ai massimi valori storici registrati.
* stazione afferente alla rete di monitoraggio ambientale di Arpa Piemonte.

Neve

L'altezza della neve al suolo, misurata dalle stazioni di riferimento (Courmayeur, Pré-Saint-Didier, Saint-Rhémy-en-Bosses e Gressoney-Saint-Jean) risulta nella media rispetto al decennio 2002-2012 per le stazioni poste a nord-ovest della regione, mentre inferiore alla norma per la stazione di Gressoney-Saint-Jean, posta nell'area della regione in cui le precipitazioni registrate a gennaio, e nei mesi precedenti, sono risultate scarse.
Il valore dell'indice SWE (Snow Water Equivalent), per i bacini dell'alta valle e delle valli di Rhemes, Valsavarenche e Valgrisenche, risulta in linea alla media del periodo storico di riferimento (2004-2022), mentre per i bacini della bassa valle il valore dell'indice è ai minimi storici e in linea con l'andamento del 2023.