Rendiconto mensile

Il rendiconto mensile costituisce la prima pagina del bollettino idrologico e fornisce una serie di indicazioni relative allo stato attuale delle risorse idriche disponibili sul territorio e informazioni di tipo meteo-climatologico. Per approfondimenti è possibile scaricare il bollettino idrologico. E' possibile consultare i precedenti bollettini nella sezione archivio

Agosto 2022

Precipitazioni

La precipitazione cumulata media sul territorio regionale, nel mese di agosto 2022, è di circa 60 mm, valore inferiore alla media storica (circa 85 mm per il ventennio 2001-2020); i quantitativi registrati variano dai 135 mm, registrati a Lillianes (di cui circa 100 mm sono stati registrati il 17 e il 18 agosto), ai 22 mm registrati a Villeneuve. Le precipitazioni si sono verificate sotto forma di rovescio o temporale, il numero di giornate piovose (precipitazione registrata superiore a 1mm) è inferiore alla media storica e compreso tra 5 e 9 giorni piovosi.
Se si considerano le precipitazioni da inizio dell'anno, il valore cumulato dal 1 gennaio al 31 luglio, per quattro stazioni di riferimento (Aosta, Pontboset, Gressoney-La-Trinité e Rhêmes-Notre-Dame), il valore si situa al di sotto dei valori considerati nella norma (trentennio di riferimento 1991-2020).
Il calcolo dell'indice SPI a 6 e 12 mesi mostra un livello di siccità da moderata a estrema per tutte le zone.

Temperature

La temperatura media del mese di agosto, misurata dalle stazioni sul territorio regionale, è superiore di circa 1-2°C rispetto alla media del ventennio 2001-2020, a tutte le quote. Temperature sopra la media sono state registrate nel corso di tutto il mese di agosto, ad eccezione di qualche giornata più fresca intorno alla metà del mese; lo zero termico al suolo (calcolato in base ai dati delle stazioni) per il mese di agosto è oscillato tra 3300 m s.l.m. e 5500 m s.l.m. con massimi giornalieri sempre sopra i 3500 m s.l.m..
Le temperature massime registrate sono state di 38.7°C a Roisan il 4 agosto e 37.1°C Saint-Marcel Surpian il 6 agosto.

Deflussi

L'analisi dei deflussi eseguita sulle stazioni di rilevamento ambientale sulla Dora Baltea (Nus, Hone, Champdepraz e Tavagnasco*) evidenzia che il periodo di morbida, iniziato con anticipo nel mese di maggio ha registrato il picco nel mese di maggio ed è in fase calante in tutte le sezioni. Le precipitazioni registrate in alcuni eventi temporaleschi hanno favorito un temporaneo aumento delle portate nei bacini interessati, tuttavia la portata media del mese di agosto è inferiore alla media storica.
Le portate dei corsi d'acqua sono incrementate dalla fusione glaciale, conseguente alle elevate temperature, nei bacini che hanno un apparato glaciale alle spalle, mentre si osservano maggiori criticità nei bacini (ad es. Champorcher) che non sono alimentati dal ghiacciaio.
* stazione afferente alla rete di monitoraggio ambientale di Arpa Piemonte.