Rendiconto mensile

Il rendiconto mensile costituisce la prima pagina del bollettino idrologico e fornisce una serie di indicazioni relative allo stato attuale delle risorse idriche disponibili sul territorio e informazioni di tipo meteo-climatologico. Per approfondimenti è possibile scaricare il bollettino idrologico. E' possibile consultare i precedenti bollettini nella sezione archivio

Aprile 2021

Precipitazioni

Il mese di Aprile è risultato poco piovoso, rispetto alla media storica; la precipitazione cumulata media sul territorio regionale è di circa 30mm, in confronto ad una media storica superiore ai 60mm. Se si considerano le precipitazioni da inizio dell''anno, il valore cumulato dal 1 gennaio al 30 aprile, per quattro stazioni di riferimento (Aosta, Pontboset, Gressoney-La-Trinité e Rhêmes-Notre-Dame), è sotto la media e ai limiti delle norma rispetto al trentennio di riferimento 1981-2010: da metà febbraio a fine aprile l''andamento delle precipitazioni cumulate si è discostato dall''andamento medio, e il valore cumulato è rimasto pressoché costante per tutto il periodo.

Il calcolo dell’indice SPI mostra a 3 mesi un livello di siccità severa in zona A, B, C; a 6 mesi un livello di siccità estrema in zona A, severa in zona B e C e moderata in D; a 12 mesi un indice di siccità severa in C e moderata in A.

Temperature

La temperatura media di aprile, misurata dalle stazioni sul territorio regionale, è inferiore alla media del decennio 2001-2010, di circa 2°C a tutte le quote. In particolare la temperatura media giornaliera, registrata dalle stazioni di Saint-Christophe e Issime, risulta per lo più inferiore alla media (trentennio 1981-2010) ad eccezione dei primissimi giorni del mese e una breve parentesi nella seconda metà del mese. La temperatura minima è scesa sotto i 0°C anche nel fondovalle, per 4 giornate ad Aosta e Saint-Christophe, 8 a Morgex e 1 a Verrès.

Deflussi

L''analisi dei deflussi eseguita sulle stazioni di rilevamento ambientale sulla Dora Baltea evidenzia portate giornaliere nel campo di variabilità della grandezza media storica nelle stazioni di Nus, Hône, Champdepraz e Tavagnasco*; tali stazioni sono influenzate da un fermo impianto. La portata media mensile registrata presso le sezioni di Nus e Tavagnasco risulta inferiore alla media rispetto ai valori storici di confronto. Data l''assenza di piogge rilevanti non si registrano picchi improvvisi e le portate massime mensili risultano ovunque inferiori ai massimi valori storici registrati.
* stazione afferente alla rete di monitoraggio ambientale di Arpa Piemonte.

Neve

L''altezza della neve al suolo, misurata ad inizio aprile, risultava inferiore alla media storica per le stazioni di Courmayeur, Gressoney-Saint-Jean, Pré-Saint-Didier e Saint-Rhémy-en-Bosses. Le nevicate del mese di aprile e le temperature, inferiori alle medie del periodo, che hanno rallentato il processo di fusione, hanno fatto si che a fine aprile il manto nevoso sia ancora nei valori di variabilità della grandezza (ad eccezione della stazione di Saint-Rhémy-en-Bosses).
La percentuale di territorio regionale coperta da neve, a fine aprile, risulta in linea con la media stagionale; il valore dell''indice SWE (Snow Water Equivalent) per tutto il mese di aprile risulta al di sotto della media storica (calcolata sul periodo 2002-2021) ma comunque dentro il limiti della variabilità.