Rapport mensuel

Le compte rendu mensuel est en première page du bulletin hydrologique et fournit une série d’indications relatives à l’état actuel des ressources hydriques disponibles sur le territoire, ainsi que des informations sur la météo et la climatologie. Pour approfondir, télécharger le bulletin hydrologique.

Ottobre 2017 (ita)

Precipitazioni

Il mese di ottobre è caratterizzato da precipitazioni decisamente scarse con un valore cumulato mediato sull'intero territorio regionale risultato inferiore a 10 mm. Tale valore rappresenta il minimo osservato dal 2000 anche se l'analisi condotta a livello locale presso le stazioni di Aosta, Rhêmes-Notre-Dame, Gressoney-la-Trinité e Pontboset conferma come l'attuale ottobre risulti tra i meno piovosi dall'inizio delle osservazioni. A titolo d'esempio, l'analisi dei valori mensili eseguita presso la stazione di Aosta evidenzia come la pioggia dell'ottobre 2017 risulti più abbondante solo rispetto allo stesso mese del 1969 mentre tutti gli altri, dal 1891, risultino più piovosi. Le scarse precipitazioni di settembre e di ottobre influenzano indubbiamente anche l'analisi stagionale: alla fine del mese di ottobre, l'autunno risulta il più scarso in precipitazioni dal 2000 con un valore di pioggia totale che, al 31 ottobre, risulta di poco superiore al 15% del valore medio stagionale.

Le scarse precipitazioni influiscono sulle condizioni di siccità del territorio. Nello specifico si nota  come nell'indice SPI  (Standard Precipitation Index) a 3 mesi tutto il territorio risulti siccitoso con un grado variabile da moderato a severo mentre nell'indice a 6 mesi è possibile constatare come i settori orientali si attestino su un grado di siccità normale al limite con quello moderato e come il segnale di siccità sia più marcato procedendo verso i settori occidentali. Nell'indice a 12 mesi si osserva infine come le condizioni di siccità permangano invece ancora nel campo di normalità (si ritiene infatti che il grado di siccità severa della zona C sia da ricondurre al set di stazioni considerate piuttosto che alle reali condizioni siccitose).  

(ita)

Temperature

Ottobre 2017 sarà ricordato sia come mese particolarmente asciutto sia come mese particolarmente caldo. L'analisi del gradiente termico, valutato con i dati delle stazioni al suolo, evidenzia infatti uno scostamento verso temperature più calde di circa 2-2,5 °C rispetto al trend storico di riferimento. A livello locale il comportamento osservato a scala regionale viene confermato: a Saint-Christophe la media del mese di ottobre rappresenta il 2° valore più alto dal 1974 (il mese più caldo risale al 2001) con ben 7 giornate estive (giorni in cui la temperatura massima è risultata superiore a 25°C) e a Issime l'attuale mese rappresenta il 3° periodo più caldo dal 1980.

L'analisi del comportamento locale e a livello giornaliero evidenzia infine come generalmente le temperature si siano mantenute nel campo di variabilità normale ad inizio e fine mese mentre nella parte centrale si siano registrate giornate particolarmente calde con temperature oltre il campo di normalità talora confrontabili con le massime temperature registrate dall'inizio delle osservazioni.

(ita)

Deflussi

Le deboli precipitazioni sono responsabili di una minor disponibilità di risorsa idrica all'interno del reticolo torrentizio e fluviale. L'analisi dei deflussi condotta presso la stazione di Tavagnasco* permette di osservare come la portata media del mese di ottobre 2017 rappresenti il valore minimo osservato dal 2001.

*stazione afferente alla rete di monitoraggio di Arpa Piemonte

(ita)