Rapport mensuel

Le compte rendu mensuel est en première page du bulletin hydrologique et fournit une série d’indications relatives à l’état actuel des ressources hydriques disponibles sur le territoire, ainsi que des informations sur la météo et la climatologie. Pour approfondir, télécharger le bulletin hydrologique.

Febbraio 2017 (ita)

Precipitazioni

Il mese di febbraio è caratterizzato da precipitazioni il cui valore medio cumulato, di poco superiore ai 40 mm, risulta superiore alla media storica di confronto. Analizzando nel complesso le precipitazioni, si osserva come le piogge siano state più abbondanti sui settori centro occidentali del territorio, più contenute altrove. I fenomeni precipitativi hanno caratterizzato con continuità i primi quindici giorni mentre la seconda parte è risultata scarsa in fenomeni ad eccezione dell'ultimo giorno del mese, nel corso del quale è stata registrata la precipitazione più intensa di febbraio.

Le precipitazioni abbondanti, ma nel complesso nel campo di variabilità normale, si ripercuotono indubbiamente anche sull'indice SPI che non evidenzia particolari condizioni di siccità sull'intero territorio ma uno scenario normale per tutti gli indici.

 

(ita)

Temperature

Dall'analisi del gradiente termico, valutato con i dati delle stazioni al suolo, si evidenzia come l'andamento delle temperature del mese di febbraio risulti opposto a quanto verificatosi a gennaio, risultando superiore al trend storico di confronto con uno scarto, non inferiore a 1°C, che si accresce all'aumentare della quota. L'andamento del gradiente è ben confermato a livello locale: presso le stazioni di Saint-Christophe e Issime si osserva bene come praticamente tutte le giornate siano state caratterizzate da temperature medie giornaliere superiori ai valori mediani con valori, almeno nella seconda parte del mese, spesso oltre il campo di variabilità normale della grandezza e talvolta oltre i massimi registrati dalla stazione dall'inizio delle misurazioni (Issime). Si riscontra infine come il regime delle temperature di febbraio influenzi il numero dei giorni di gelo (Tmin<0 °C) e di ghiaccio (Tmax<0 °C): in entrambe le stazioni gli indici suddetti risultano inferiori al passato con assenza completa di giornate di ghiaccio.

 

(ita)

Deflussi

Non si osservano variazioni significative dei livelli della Dora Baltea per il mese di febbraio. Si notano deflussi maggiori nella prima parte del mese, in corrispondenza dei fenomeni precipitativi e delle giornate con temperature più miti. Interessante notare un picco dei valori di portata il 24 febbraio in assenza di pioggia dovuto ai fenomeni di fusione nivale innescati dall'arrivo di aria calda in quota, con il conseguente innalzamento dello zero termico a valori non inferiori a 2000 m s.l.m. circa, nel corso dei tre giorni precedenti. La portata media mensile, registrata presso la sezione di Tavagnasco*, risulta inferiore ai valori storici di confronto mentre presso le stazioni di rilevamento in territorio valdostano si osserva un comportamento contrastante con valori talvolta superiori talvolta inferiori al passato. I dati superiori alla media osservati ad Aymavilles e Nus sono presumibilmente da ricondurre a problematiche temporanee della stazione di misura piuttosto che al reale comportamento dei deflussi.

* Stazione afferente al rete meteorologica di Arpa Piemonte.

(ita)

Neve

L'analisi della condizione nivometrica è stata eseguita considerando i dati delle stazioni al suolo e gli indici Snow Covered Area (SCA, indice della percentuale di territorio coperto da neve) ed Snow Water Equivalent (SWE, indice della quantità di acqua immagazzinata sotto forma di neve sul territorio) elaborati a livello regionale in collaborazione con l'ARPA Valle d'Aosta. l'andamento dell'indice SCA per il mese di febbraio conferma l'andamento già osservato a gennaio ovvero valori di copertura nevosi oltre la media con un decremento più marcato durante l'ultima settimana del mese. I valori del SWE per lo stesso periodo, pur inferiori alla media, risultano in aumento con un incremento deciso a fine mese come conseguenza dell'evento precipitativo registrato.

A livello locale si nota come le precipitazioni di tipo nevoso abbiano interessato maggiormente i settori occidentali del territorio. A Courmayeur presso la stazione di Dolonne, risultano ben evidenti la nevicata della mattinata del 4 febbraio, il cui livello di neve al suolo è stato ulteriormente incrementato il giorno successivo, e quella dell'ultimo giorno del mese.

(ita)